La verità dei mercati emergenti ci impone una scelta: o il Covid o un 2008 senza rete

Missione compiuta: Goldman Sachs dimezza le stime sul PIL cinese e prevede spill-overs globali per l'autunno, mentre un flash crash sull'oro opera da stress test. Per evitare un "evento catartico"

Di Mauro Bottarelli – 09/08/2021 “www.money.it”

Non poteva mancare lo stress test. Perché ogni piano, persino quello meglio organizzato, necessita di un collaudo. Di una prova generale. E quando nell’arco di due settimane occorre ribaltare la narrativa del virus sconfitto e della ripresa ormai innescata, gli eccessi di cautela nel testare il sistema non sono mai troppi.

Ed ecco cosa è accaduto stamattina (9/08/2021), nel corso della sessione asiatica di marcato: un flash crash che ha visto il prezzo dell’oro perdere circa 100 dollari rispetto alla chiusura di venerdì in pochi istanti, frutto di una liquidazione da circa 24.000 contratti e oltre 4 miliardi di nozionale. Reazione del mercato? Nemmeno un plissé. Nonostante quello appena sostanziato sia stato il maggiore calo sui due giorni dal crollo del marzo 2020.

 

Leggi qui l’articolo completo

La verità dei mercati emergenti ci impone una scelta: o il Covid o un 2008 senza rete