Condizioni di vendita

Condizioni di vendita

  1. Con l’invio del modulo d’Ordine, il Cliente acconsente al trattamento dei dati in ottemperanza alle condizioni descritte nell’Informativa sulla Privacy: VISITA e leggi la Privacy Policy e Cookie Policy, ed accetta le seguenti condizioni di vendita:
  2. Per le monete in Oro da Investimento, l’ordine va confermato eseguendo il pagamento il giorno stesso, ed inviando la ricevuta del versamento via e-mail a info@monetaaurea.com.
    In mancanza dell’invio della ricevuta, l’ordine non sarà ritenuto confermato
  3. Gli ordini saranno evasi solo se pagati anticipatamente.
  4. La mancanza di uno o più esemplari non annulla l’ordinazione, che sarà spedita parzialmente, unitamente al rimborso di quanto mancante.
  5. Le monete sono garantite autentiche, la fattura d costituisce documento di provenienza.
  6. Eventuali reclami devono essere inoltrati, alla scrivente, entro dieci giorni dalla ricezione della merce: si provvederà al rimborso di quanto eventualmente non gradito, così come descritto al punto seguente:
  7. Diritto di recesso: ai sensi del Decreto Legislativo n. 185/99, i nostri clienti hanno diritto di recesso entro 10 giorni dal ricevimento della merce. Il recesso deve essere comunicato a mezzo lettera raccomandata r.r. È possibile anticipare la decisione di recedere dal contratto via  e-mail. In ogni caso entro due giorni deve seguire una lettera raccomandata r.r.
    Entro 10 giorni, il cliente deve restituire le merci integre e nell’imballo originale. Le spese di spedizione sono a carico del cliente.
    Al ricevimento dei prodotti, entro 14 giorni, il denaro sarà restituito.
    7.1 – Per le monete in oro da investimento e di borsa (Legge n.7/2000), nonché per le medaglie e i lingotti in oro  non si applica la normativa sul diritto di recesso previsto dalla legge sulle vendite per corrispondenza, come stabilito dall’art. 67 duodecies, comma 5, lett. A), D.lgs 206/2005. Trattasi infatti, per la natura dei beni, nonché per le modalità di formazione del prezzo, di fattispecie riconducibile ad un contratto avente ad oggetto beni il cui prezzo dipende da fluttuazioni del mercato che il venditore non e’ in grado di controllare e che possono aver luogo durante il periodo di recesso. Le Parti prendono atto che lo stesso Codice del Consumo sopra citato esclude dall’applicabilità del diritto di recesso.
    7.2 – In ogni caso, il recesso è escluso altresì ai sensi dell’art. 67 duodecies, comma 5, lett. C, D.Lgs. 206/2005, in quanto con l’invio e il pagamento dell’ordine il Cliente chiede espressamente e scientemente l’esecuzione del contratto di vendita, da considerarsi avvenuta per entrambe le Parti in tale momento.
  8. Per ogni controversia il Foro competente è quello di Cuneo.